Rebecca Simons. Letters from the Past

  • Autore: Rebecca Simons
  • Curatore: Equilatera
  • Data Inizio: 16.09.2022
  • Data Fine: 14.10.2022
  • Dove: Officine Fotografiche
  • Indirizzo: Via Giuseppe Libetta, 1
  • Orari: lunedì - venerdì 10.00-19.00, sabato 9.30-12.30
  • Ingresso: libero per i soci
  • Tel. / Mob.: 06 97274721
  • E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Descrizione Evento:

     

    L’associazione culturale EQUILATERA è lieta di presentare la mostra multimediale Letters from the Past, progetto ideato dall’artista finlandese Rebecca Simons. L’evento si terrà a Roma, presso la sede di Officine Fotografiche, dal 16 settembre al 14 ottobre 2022. Parallelamente, si terranno tre appuntamenti dedicati ad attività di workshop. 

    L’inaugurazione si terrà il 16 settembre, alle ore 18.00. 

    Letters from the Past è un progetto concepito da Rebecca Simons e iniziato a seguito di un’esperienza traumatizzante vissuta dalla stessa artista all’interno del contesto familiare. Il progetto si compone di un documentario (mediometraggio 40’), mostra e workshops. 

    Dopo il primo appuntamento in maggio con la proiezione del documentario, tenutosi presso lo spazio di Officine Fotografiche, l’associazione EQUILATERA inaugura la mostra completa. 

    La mostra si compone di foto, video, oggetti e installazioni audio, oltre che dello stesso film e di tre appuntamenti con laboratori didattici.

    Sul Progetto:

    Un incontro spiacevole tra Rebecca e il nonno che ha portato in superficie ricordi, sensazioni, disgusto, rabbia, perdono; un vero e proprio confronto con il passato che solleva domande e riflessioni. E’ possibile cancellare un nonno, un marito, un padre? Letters from the Pastracconta una storia personale e complessa, fatta di realtà in conflitto e ricordi di una famiglia.

    La volontà dell’artista è quella di portare all’attenzione del pubblico una tematica quanto mai attuale, quale quella dell’abuso sessuale, attraverso lo strumento artistico e culturale. Il tema è raccontato con un’installazione interdisciplinare ed eterogenea che coinvolge diversi tipi di media.

    L’artista non si limita a presentare dei fatti, ma crea un ambiente che consente ai visitatori di riflettere. Nell’installazione lo spettatore si confronta con ricordi familiari in cui il protagonista appare sia come uomo ideale che come perpetratore. Letters from the Past non vuole solo presentare lavori che portino alla luce il punto di vista dell’artista, ma mira a dare spazio alle riflessioni dei visitatori creando la base per un dialogo da intendersi come punto di partenza per un progetto educativo.

    I workshops, pensati per diversi target, vanno a corredare e completare il progetto e approfondiscono argomenti considerati tabù, sensi di colpa, supporto e processi di guarigione.

    Letters from the Past è stato presentato in diversi festival e conferenze:

    Presentazione alla ‘Violence Conference’, Parse Journal, Gothenburg, SWE, 2021

    Mostra collettiva ‘Nordic Village’, Helsinki, FIN, 2021

    Mostra collettiva ‘Fearless’ Helsinki Photofestival, FIN, 2021

    Presentazione documentario al WOWmen Festival, Brussels, BE 2020

    Presentazione a ‘De Donkere Kamer’ / The Dutch Photomuseum, Rotterdam, NL 2019

    Mostra personale a Platform, Vaasa, FIN 2018

    Presentazione durante il TV talkshow ‘Efter Nio’, YLE, FIN, 2018

    Mostra collettiva ‘Family of No Man’, Les Rencontres d’Arles, Arles, FRA, 2018

    Sull’artista:

    Rebecca Simons è una visual artist finlandese, curatrice indipendente, educatrice e coordinatrice di progetti legati alla fotografia e all’arte.

    Rebecca attualmente lavora come Direttore Creativo presso Fotomat, insegna fotografia alla Willem de Kooning Academy e partecipa a workshop e progetti internazionali.

    Dal 2009 al 2016 ha lavorato come Senior Producer & Interim manager presso il dipartimento di formazione di World Press Photo.

    Attraverso il suo progetto Letters from the Past, affronta il tema della violenza sessuale all’interno del nucleo familiare e delle relazioni strette. 

     

    Su EQUILATERA:

    L’associazione culturale EQUILATERA è stata fondata da Bérénice Freytag, Elena Volpato, curatrici indipendenti, e Natalia Zonova, provenienti da diverse parti del mondo e da diverse esperienze professionali. L’associazione nasce con l’intento di promuovere un concetto di cultura inclusivo, dinamico e stimolante. Alla base dell’associazione c’è il desiderio di veicolare tematiche sociali e di interesse per il singolo e per la comunità attraverso la cultura, declinata in tutte le sue forme. EQUILATERA nasce fra Venezia e Roma e crede fortemente nella diffusione e nella diversità, proponendosi di realizzare progetti itineranti, senza porsi limiti territoriali.

     

    Sponsors:

    Il progetto, promosso da Roma Capitale – Assessorato alla Cultura, è vincitore dell’Avviso Pubblico “Estate Romana  2022 – Riaccendiamo la Città, Insieme” curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

    La mostra e gli eventi collaterali sono realizzati in collaborazione con BeFree, cooperativa sociale contro tratta, violenze e discriminazioni e con il supporto istituzionale dell’Ambasciata Finlandese a Roma e del Municipio Roma VIII. A rendere possibile il progetto hanno contribuito inoltre Svenska Kulturfonden, The Swedish Cultural Foundation in Finland e Taike.