Raha Tavallali. Nates 1.1

dal 22.06.2022 al 24.06.2022

La_lineaartecontemporanea

  • Autore: Raha Tavallali
  • Curatore: Simona Pandolfi
  • Data Inizio: 22.06.2022
  • Data Fine: 24.06.2022
  • Dove: La_lineaartecontemporanea
  • Indirizzo: Via di San Martino ai Monti, 46
  • Orari: mercoledì dal 18.30, giovedì e venerdì 16.30-20.00
  • Ingresso: libero
  • Tel. / Mob.: 389 272 9418
  • E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Descrizione Evento:

     

    All’interno degli spazi de La_lineaartecontemporanea, Raha Tavallali presenta il nuovo progetto “Nates 1.1.””, che si sviluppa attraverso differenti medium, dalla video performance alla fotografia, dal disegno alla serigrafia.

    Tutto ha inizio dall’ascolto fortuito di alcune parole di Robert Crumb inserite all’interno di un brano musicale ambient di Leo Wyndham, avvenimento da cui trovano origine una serie di visioni in bianco e nero che saranno, nel modo più fedele possibile, riprodotte dall’artista in video. 

     

    Per “bloccare” queste iniziali immagini mentali, Raha Tavallali realizza dapprima dei piccoli sketch su carta, graficamente immediati ed energici, che fungeranno da storytelling  alla costruzione del video, quest’ultimo interamente girato all’interno del suo studio in via Capocci 71 con l’indispensabile partecipazione della performer Elina Maria Vaakanainen. 

     

    I movimenti sinuosi e musicali di Vaakanainen, guidati magistralmente dalla regia di Raha Tavallali, generano delle vibranti pennellate nere nello spazio, che lasciano rapide tracce durante il passaggio. Il corpo si fa segno e a sua volta le trame dei segni così derivate stimolano nuove visioni. Quest’ultime verranno immortalate da Raha Tavallali con la macchina fotografica alla fine delle riprese video; attraverso lo zoom, l’artista esplora insoliti dettagli, quasi imperscrutabili dall’occhio umano, ideando immagini suggestive, rigorosamente in bianco e nero. 

     

    La scelta del bianco e nero aderisce perfettamente alla concezione di una totale fusione tra arte e vita. “All I could do was spending all my time on art work, just working on that craft constantly”, afferma Robert Crumb; “Arte con tutta me stessa. Vivere. È vita. È una scelta: arte o non arte, quindi o bianco o nero”, dichiara Raha Tavallali. 

     

    In mostra anche una serigrafia stampata per l’occasione all’interno del laboratorio di grafica La_lineaartecontemporanea diretto da Virginia Carbonelli. Il risultato visivo è l’insieme dei segni lasciati dopo la performance all’interno dello spazio; una nuova visione astratta, forse una sorta di albero stilizzato, emblema dell’arte che necessita costantemente di respirare e rigenerarsi.

    Simona Pandolfi