Roma tra le due guerre nelle fotografie dell’Istituto Luce. Omaggio a Italo Insolera

  • Autore:
  • Curatore: Alessandra Maria Sette
  • Data Inizio: 12.06.2022
  • Data Fine: 30.06.2022
  • Dove: Acquario Romano
  • Indirizzo: Piazza Manfredo Fanti, 47
  • Orari: lunedì - venerdì 10-19
  • Ingresso: libero
  • Tel. / Mob.: 06.97.60.45.80
  • E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Descrizione Evento:

     

    Nel decennale della scomparsa di Italo Insolera (Roma 2012) e a vent’anni dalla prima edizione di questa mostra (2002), la Famiglia Insolera e la curatrice Alessandra Maria Sette presentanoun omaggio al grande architetto urbanista, studioso appassionato della città di Roma, offrendo al pubblico la riedizione di ‘Roma tra le due guerre nelle fotografie dell’Istituto Luce. Omaggio a Italo Insolera.’

    Gli sventramenti tra Campidoglio e Colosseo, l’isolamento dell’Augusteo, la costruzione del Foro Mussolini, la demolizione di Borgo, sono solo alcuni degli interventi voluti da Mussolini per trasformare la città rinascimentale e barocca in capitale imperiale. A fissare nella memoria questi avvenimenti furono i fotografi del neonato Istituto Luce, voluto proprio dal duce nel 1927, a servizio della propaganda. Questa mostra fotografica propone un percorso nella storia urbanistica di Roma, documentando le trasformazioni più significative realizzate nel corso del ventennio fascista. Le fotografie scattate dai fotografi dell’Istituto Luce – rimasti anonimi -ritraevano giorno per giorno ciò che avveniva nelle strade, nelle piazze e nei cantieri. Centinaia di foto delle demolizioni, dei cantieri, delle nuove costruzioni, delle autorità in visita o alle inaugurazioni, documentano le travolgenti trasformazioni che la capitale viveva in quegli anni.

    Spesso al centro delle fotografie troviamo gli operai, presenza umana umile ma fondamentale per la realizzazione della Roma imperiale progettata da Mussolini. 

    Le fotografie, che svolgevano una funzione di strumento di propaganda, ritraggono anche il Duce che parla agli operaia dimostrazione di una partecipazione attiva ad un progetto ambizioso e corale.

    La mostra propone circa 70 fotografie provenienti dall’Archivio Storico dell’Istituto Luce, un filmato con una selezione di interviste e lezioni che Insolera ha tenuto negli anni, un corredo di testi storico critici.

    La mostra è inserita nelle iniziative del FAR – Festival dell’Architettura di Roma 2022 ed è sostenuta dall’OAR – Ordine degli Architetti di Roma.

     

    Italo Insolera

    (Torino, 1929 – Roma, 2012)

    Architetto, urbanista, storico, ha dedicato i suoi studi principalmente alle condizioni economiche, sociali e culturali delle realtà urbane, approfondendo il rapporto tra la città antica, inclusa l'archeologia, e lo sviluppo della metropoli contemporanea, e formulando proposte di recupero, limitazione del traffico e pedonalizzazione. E’ autore di numerosi libri e saggi, molti dedicati a Roma, tra i quali il suo capolavoro è Roma moderna (Einaudi, prima edizione 1962, ultima edizione 2011 con la collaborazione di Paolo Berdini), il primo volume dedicatoalla storia urbanistica della capitale negli ultimi due secoli. La sua attività professionale si è orientata nella stessa direzione, privilegiando lavori di restauro ed elaborazione di piani regolatori di città storiche e di complessi ambientali.

    Titolare di cattedra a Venezia e a Ginevra, ha tenuto corsi e seminari in numerose università italiane ed estere, dedicandosi con passione all’insegnamento. Nello stesso filone della trasmissione della conoscenza si collocano le mostre che ha curato, tra cui Roma tra le due guerre che qui presentiamo.