Giulia Barone e Livia Giuliani. Un azzurro filare a gocce

dal 06.07.2023 al 09.09.2023

Curva Pura

  • Autore/Autrice: Giulia Barone, Livia Giuliani
  • Curatore/Curatrice: Serena Santoni
  • Data Inizio: 06.07.2023
  • Data Fine: 09.09.2023
  • Dove: Curva Pura
  • Indirizzo: Via Giuseppe Acerbi, 1a
  • Orari: martedì e giovedì dalle 18:30 e su appuntamento
  • Ingresso: libero
  • Tel. / Mob.: 3314243004
  • E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Descrizione Evento:

     

    Curva Pura è lieta di presentare Un azzurro filare a gocce a cura di Serena Santoni, dove le opere di Giulia Barone e di Livia Giuliani riflettono sulla generazione dell’acqua e delle sue capacità e criticità.
    Con l’approccio sperimentale e irriverente che caratterizza da sempre i progetti della galleria, le opere site specific sono espressione di un’urgenza testimoniale, che nasce da aspetti spesso tralasciati e sottovalutati nel complesso scenario dell’arte del nostro tempo. Alla base del progetto è la spinta di indagine data anche dall’arteterapia che si conferma essenziale quando non si pone nei confronti dell’arte e dell’artista in un ruolo interpretativo, ma dialogante, esprimendo tutto il potenziale in uno scambio fecondo e restituendo al fruitore l’occasione per oltrepassare i confini e disegnare nuove relazioni. A seguito delle esperienze laboratoriali condotte dall’arteterapeuta Viola Marano, le installazioni si fronteggiano e portano in scena conflitti e pulsioni antitetiche, tra tormenti e tensioni, desiderio e difesa, sfidando le rappresentazioni tranquille senza preoccuparsi dell’emarginazione, con il desiderio di stimolare il pubblico al dibattito sulle pratiche artistiche, pensando l’arte nella prospettiva di un benessere condiviso al centro delle nostre esistenze.

     

    Giulia Barone (1994) è tecnico di laboratorio all’Accademia di Bella Arti di Roma per la Scuola di Fotografia e Video, dove ha studiato Decorazione per poi conseguire il Diploma Specialistico in Grafia e Fotografia. È fondatrice e coordinatrice del collettivo fotografico Mosche Bianche guidato da Luciano Corvaglia. Tra le mostre, le personali Unu/unonell’unico, tenutasi a Todi nel 2022, e S.t. - fotografie di Giulia Barone, presso la Galleria Acta International, a Roma nel 2017. Nel 2022 è stata selezionata per la residenza d’artista Prima che la via si faccia sentiero organizzata da Casaturese e ha partecipato poi alla rassegna di cui è cofondatrice Slow Love Vol. I-II tenutesi a Roma nel 2022 presso Ex Garage. Sempre nel 2022 ha partecipato ed esposto per il progetto ULTRA in occasione della Rome Art Week. Tra le mostre collettive Giulia Barone ha esposto nei progetti I mostri a cura di Luciano Corvaglia presso Le Mercerie, ad Arles nel 2021; The Darkroom project 8 presso San Martino al Cimino, a Viterbo nel 2020; Todi Immagina nel 2019. Nel 2018 espone al MACRO Testaccio nella collettiva Pulsazioni curata da Generazione H. Ha esposto nelle collettive Mostro #8 nel 2017; Immaginario, presso la Galleria Talent Art, nel 2017; Il Cadavere Squisito #15, curata da Virginia Zeqireya, presso la TevereArtGallery, nel 2017. Ha esposto al Museo d’Arte contemporanea Limen, a Vibo Valentia nel 2017 e ha partecipato a Il Mostro #4 presso Tevere Art Gallery nel 2016.
    Livia Giuliani (1995), frequenta l’Accademia di Belle Arti di Roma diplomandosi in Grafica d’Arte. Ad aprile di quest’anno partecipa alla collettiva Tropismi della memoria, a cura di Spazio Y, e nel 2022 è la sua prima personale Double Face a cura di Camilla Salvi presso lo Studio Legale Fair Legals. Sempre nello stesso anno riceve il premio come artista emergente per l’International Female Artists Summit Women Art presso la Casa Internazionale delle Donne di Roma, espone in seguito presso la Biblioteca Vallicelliana di Roma nella collettiva Impressum Est, e viene selezionata per la residenza d’artista Prima che la via si faccia sentiero organizzata da Casaturese. Sempre nel 2022 ha preso parte a due mostre collettive, Slow Love Vol. I-II, rassegna di cui è anche cofondatrice dal 2021, ed Ex Corpo, in collaborazione con Flewid Magazine. Ha partecipato ed esposto anche per il progetto ULTRA in occasione della Rome Art Week. Nel 2021 partecipa ed è successivamente pubblicata nel catalogo First International Digital Print Art Exhibition di Pechino, organizzato da International Academic Printmaking Alliance. Nello stesso anno realizza la locandina ufficiale per la 25° edizione dell’Umbria Film Festival. Negli anni precedenti ha preso parte a diverse rassegne e progetti come Premio Limen, Tolfarte, Euthropia.