Vivere la fotografia a Roma

Fu la Spagna! Lo sguardo fascista sulla guerra civile spagnola

  • Autore: ---
  • Data Inizio: 04.10.2018
  • Data Fine: 18.11.2018
  • Dove: Teatro dei Dioscuri al Quirinale
  • Indirizzo: Via Piacenza, 1
  • Orari: martedì - domenica 10.00-18.00
  • Ingresso: libero
  • Tel. / Mob.: 0647826087
  • Descrizione Evento:

     

     


    Il sostegno di Mussolini a Franco e alla sollevazione golpista fu decisivo per l’esito della guerra civile spagnola. Il regime fascista mandò aerei, navi, armi e più di 80.000 effettivi, la maggior parte dei quali furono via via inquadrati nell’appositamente costituito Corpo Truppe Volontarie (CTV), composto anche da camicie nere.
    In occasione dell’80º anniversario del conflitto, questa esposizione mostra, per la prima volta insieme, i diversi modi in cui l’intervento è stato rappresentato da parte dell’Italia fascista.
    La mostra è frutto di una lunga ricerca in archivi e biblioteche che ha portato a individuare circa 20.000 immagini, 300 delle quali saranno proposte attraverso una suddivisione in tre tipologie, ciascuna segnalata con un diverso colore. Da una parte le fotografie apparse sulla stampa illustrata italiana (verde), poi quelle scattate dai singoli legionari (bianco), infine quelle realizzate e conservate dalle diverse istituzioni politico-militari (rosso). Il risultato è il tricolore della bandiera italiana, ma è soprattutto una costruzione dialettica dei diversi sguardi, capace di restituirci un’immagine articolata dei modi in cui la guerra fu vista e rappresentata dalla macchina della propaganda, dai soldati e dalle istituzioni italiane. Tre sguardi non sempre coincidenti che, messi a confronto, ci consentono di far emergere assenze e presenze rivelatrici.
    Nella selezione delle immagini ci si è basati sul criterio della loro rappresentatività, tenendo però anche conto della qualità estetica.
    La narrazione fotografica è costruita seguendo due percorsi complementari, uno cronologico, l’altro tematico. Il primo si concentra sulle diverse fasi della guerra, con un’attenzione particolare al ruolo dell’intervento militare italiano, mentre il secondo propone una selezione dei temi più ricorrenti nella rappresentazione fascista della guerra. Un terzo spazio espositivo offre un approfondimento sull’operato dei mezzi di comunicazione italiani attivi in Spagna e produttori di gran parte della rappresentazione, non solo iconografica, che l’Italia fascista propose del conflitto (Daniela Aronica, Andrea Di Michele - curatori).

    Per l'occasione sarà inoltre pubblicato il volume: Daniela Aronica (a cura di), "Mussolini alla Guerra di Spagna: uomini, mezzi, propaganda", Ibis Edizioni – Istituto Luce Cinecittà, Pavia-Como 2018. — en Teatro Dei Dioscuri.

    Curatela
    Daniela Aronica
    Andrea Di Michele

    Direzione artistica e coordinamento
    Daniela Aronica

    Progetto grafico
    Enzo Cornacchione -
    Good Sign Visual Language

    Produzione
    Generalitat de Catalunya
    Departament de Cultura
    Agència Catalana del Patrimoni Cultural
    Museu d’Història de Catalunya

    Realizzazione e organizzazione
    Istituto Luce Cinecittà
    Roberto Cicutto
    Presidente e Amministratore Delegato
    Enrico Bufalini
    Direttore Archivio, Cinema, Affari Generali
    Giancarlo Di Gregorio
    Direttore Comunicazione istituzionale e Relazioni Pubbliche
    Claudio Ranocchi
    Direttore Amministrazione Finanze e Controllo
    Maria Gabriella Macchiarulo
    Organizzazione Generale
    Sviluppo commerciale
    Cristiano Migliorelli
    Legale e Enti istituzionali
    Fabiola Solvi
    Acquisti e Compliance
    Daniele Giammaria
    Acquisti
    Cristiana Scipioni
    Tesoreria
    Maria Pia Chiarelli
    Ufficio Stampa
    Marlon Pellegrini
    Ufficio Pubblicità
    Ester Brioschi
    Logistica
    Iuri Cavasini
    Mara Del Turco


    Co-organizzazione
    Centro di Studi sul Cinema Italiano

    © delle fotografie
    Archivio Centrale dello Stato (ACS),
    Archivio Provinciale di Bolzano (APB),
    Unità di Analisi, Programmazione e
    Documentazione storico-diplomatica
    del Ministero degli Affari Esteri e
    della Cooperazione Internazionale
    (ASMAE), Biblioteca di Storia Moderna
    e Contemporanea – Roma (BSMC),
    Centre d’Història Contemporània de
    Catalunya (CHCC), collezione privata
    Famiglia Covone, Fondazione Gramsci
    Emilia-Romagna (FGER), Fondazione
    Museo Storico del Trentino (MSTF),
    Fratelli Alinari, Museo Storico Italiano
    della Guerra di Rovereto (MSIG),
    Ufficio Storico - Aeronautica Militare
    (USAM), Ufficio Storico – Marina
    Militare (USMM), Ufficio Storico –
    Stato Maggiore dell’Esercito (USSME)

    e dei fotografi
    Carlo Catoni, Mario Chiaralunzi,
    Alfonso Covone, Gaetano Giannuzzi,
    Giuseppe Gozzer, Maurizio Lorandi,
    Salvatore Lucchi, Guglielmo Sandri /
    Wilhelm Schrefler