Vivere la fotografia a Roma

Libri per bambini con il culto dell'immagine

  • Autore: ---
  • Curatore: Alessandro Dandini de Sylva, Cartastraccia
  • Data Inizio: 05.12.2018
  • Data Fine: 16.02.2019
  • Dove: Fondazione Pastificio Cerere
  • Indirizzo: Via degli Ausoni, 7
  • Orari: lunedì - venerdì 15.00-19.00
  • Ingresso: libero
  • Tel. / Mob.: 0645422960
  • E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Descrizione Evento:

     

     

    Libri per bambini con il culto dell’immagine 
    mostra di editoria fotografica per l'infanzia dalla collezione privata di Giuseppe Garrera e dalla biblioteca della Fondazione Malaspina 

    a cura di Alessandro Dandini de Sylva e Cartastraccia 

    Inaugurazione: mercoledì 5 dicembre 2018, ore 18.00
    6 dicembre 2018 - 16 febbraio 2019
    Fondazione Pastificio Cerere

    [scroll down for english version]

    La Fondazione Pastificio Cerere presenta "Libri per bambini con il culto dell’immagine", mostra di editoria fotografica per l'infanzia con pubblicazioni provenienti dalla collezione privata di Giuseppe Garrera e dalla biblioteca della Fondazione Malaspina, a cura di Alessandro Dandini de Sylva e Cartastraccia. Sono previste anche attività laboratoriali organizzate in collaborazione con il Goethe-Institut e l'associazione Piuculture.
    L'intero progetto nasce dalla volontà di approfondire il campo produttivo dell’editoria fotografica per l’infanzia, focalizzando l’attenzione sulle esperienze più innovative del panorama italiano e internazionale dagli anni Sessanta al contemporaneo. Il progetto rappresenta un lavoro originale di censimento e ricerca di questa ricca produzione per ragazzi, di cui in Italia non esistono ancora ricognizioni specifiche.

    Nucleo principale della mostra, sarà una selezione di libri per bambini che comprenderà parte della collezione di Giuseppe Garrera, con le più rare pubblicazioni e collane, per una radicale rifondazione dell'infanzia, di editori italiani degli anni Sessanta e Settanta, tra cui Dalla parte delle bambine, Einaudi, Emme Edizioni ecc. e con autori come Bruno Munari, Gianni Rodari, Umberto Eco, Nico Orengo, Flavio Costantini, Mario De Biasi. In dialogo con questi libri saranno esposte pubblicazioni di editoria fotografica per piccolissimi, bambini e adolescenti, acquisite dalla Fondazione Malaspina per la propria biblioteca di fotografia contemporanea da editori internazionali come Corraini, Ecole Des Loisirs, Greenwillow Books, Nanaroku Sha e molti altri.
    All'inizio del percorso espositivo, verranno esposte alcune xerografie originali di Bruno Munari accanto alla prima edizione di “Xerografie originali” pubblicata nel 1977, all’interno della collana “Quaderni di design” da lui stesso curata per Zanichelli. Le copie uniche di Munari serviranno da ispirazione per il pubblico che sarà invitato a sperimentare liberamente l’utilizzo e il funzionamento di una macchina fotocopiatrice Xerox, intesa come strumento di produzione oltre che di riproduzione di immagini. Lo spazio espositivo della Fondazione sarà dunque uno spazio attivo, destinato a cambiare durante tutta la durata della mostra attraverso l'intervento dei visitatori piccoli e grandi.

    Oltre la mostra, sono previste diverse attività laboratoriali: un workshop con l’artista tedesco Max Renkel, realizzato in collaborazione con il Goethe-Institut, un laboratorio interculturale in collaborazione con l’associazione Piuculture e una serie di visite gioco per bambini condotte dall’associazione Cartastraccia.

    In collaborazione con: Fondazione MalaspinaCartastracciaGoethe-Institut RomPiuculture

    Nell'ambito dell'anno eurpoeo del patrimonio culturale 2018#EuropeForCulture


    Libri per bambini con il culto dell’immagine
    exhibit of photography publishing for children from Giuseppe Garrera’s private collection and from Fondazione Malaspina’s library

    curated by Alessandro Dandini de Sylva and Cartastraccia 

    Opening: Wednesday, December 5th, 2018, 18.00h
    December 6th, 2018 - February 16th, 2019
    Fondazione Pastificio Cerere

    On Wednesday, December 5th, 2018 at 18.00h, Fondazione Pastificio Cerere presents "Libri per bambini con il culto dell’immagine" (Books for children with the cult of image). This is an exhibition of photography publishing for children that includes publications from Giuseppe Garrera’s private collection and Fondazione Malaspina’s library; it is curated by Alessandro Dandini de Sylva and Cartastraccia. Workshops are going to take place in collaboration with the Goethe-Institut and the association Piuculture.
    The whole project has been conceived to deeply analyze the productive industry of the photography publishing for children; it focuses on the most cutting-edge experiences in the Italian and international scene from the Sixties to the current years. The project is an original work of specific census and research of this rich production for children, which Italy is lacking right now.

    The exhibition core will be a selection of books for children that will include part of Giuseppe Garrera’s collection, with the rarest publications and series by Italian publishers from the Sixties and Seventies, such as Dalla parte delle bambine, Einaudi, Emme Edizioni, etc. and authors such as Bruno Munari, Gianni Rodari, Umberto Eco, Nico Orengo, Flavio Costantini, Mario De Biasi. Along with these books, publications of photography publishing for very young children, children, and teenagers will be exhibited; these works have been acquired by Fondazione Malaspina for its library of contemporary photography from international publishers, such as Corraini, Ecole Des Loisirs, Greenwillow Books, Nanaroku Sha, and many more.
    At the beginning of the exhibition path, some of Bruno Munari’s original xerographies will be exhibited, along with the first edition of “Xerografie originali” published in 1977, within the series “Quaderni di design” that Munari curated for Zanichelli. The unique Munari’s copies will be an inspiration for visitors, who will be invited to freely experiment the use and working of a Xerox copy machine, which is conceived as an instrument not only to reproduce, but to produce images, as well. Thus, the Fondazione exhibit venue will be an active space, destined to change during the whole exhibition duration by means of young and adult visitors’ participation.

    Beyond the exhibition, several workshops will take place: one with German artist Max Renkel, carried out in collaboration with the Goethe-Institut; an intercultural one in collaboration with the association Piuculture; and a series of visits for children led by the association Cartastraccia.

    In collaboration with: Fondazione Malaspina, Cartastraccia, Goethe Institut, Piuculture

    Within the Europea Year of Cultural Heritage #EuropeForCulture